Archivio

Archivio

L’accettazione di noi stessi:

la chiave della felicità.

L’Associazione MadreTerra è lieta di invitarvi alla serata di insegnamenti con Rob Nairn

 

Mercoledì 1 luglio 2009 ore 20,30

Vogliamo essere felici, ma molti di noi non ritengono di essere adeguati ad esserlo, così non ci accettiamo per quello che siamo.  La” non accettazione” diviene così la vera causa della nostra infelicità.
Investigheremo il come ed il perché noi non ci sentiamo adeguati ad essere felici ed impareremo a sviluppare accettazione e compassione per noi stessi e gli altri.

Rob Nairn è nato e cresciuto nello Zimbabwe. Rob Nairn ha affiancato agli studi di legge, criminologia e psicologia l’interesse per le religioni e la meditazione. Nel 1964 ha incominciato a praticare sotto la guida di maestri di meditazione in India, e Sua Santità il Dalai Lama lo ha esortato a tornare in Africa a insegnare. Negli anni successivi ha passato tutto il tempo libero in ritiro, o a studiare sotto la guida di lama e di altri maestri di meditazione, fra cui Thrangu Rinpoche, Akong Tulku Rinpoche, Dhi-ravamsa e Joseph Goldstein. Nel 1980 Sua Santità il XVI Gyalwa Karmapa, capo del lignaggio Kagyu, gli ha chiesto di insegnare la meditazione di visione profonda. In seguito a questa richiesta Rob Nairn ha lasciato l’insegnamento della criminologia all’università dì Città del Capo per fondare un centro di ritiri a Nieu Bethesda, nel Karroo, Sud Africa. Nel 1989 è entrato nel tradizionale ritiro di quattro anni, sotto la guida di alcuni lama, al Samye Ling Tibetan Centre, in Scozia. Isolatosi dal mondo, ha studiato e praticato antichi metodi dì meditazione che hanno portato all’illumuiazione molti maestri tantrici. Nel 1993 Akong Tulku Rinpoche, a quel tempo abate di Samye Ling, lo ha inviato a dirigere i centri Kagyu in Africa. Rob Naìrn tiene corsi sul buddhismo e sulla meditazione in varie università sudafricane, in Inghilterra, in Irlanda e negli Stati Uniti. La sua conoscenza della psicologia moderna, specialmente di indirizzo junghiano, gli permette di tradurre l’antica saggezza orientale in una terminologia accessibile agli occidentali.

C/o la sede dell’Associazione Madreterra in via Palestro,15 a Padova.

E’ prevista la traduzione

Serate aperte a tutti, offerta suggerita 8€ a incontro l’intera somma verrà interamente devoluta ai progetti Rokpa in Zimbabwe.



Design byComunicazione Globale Padova