Archivio

Archivio

STAGE DI PSICOGENEALOGIA ” Liberi dalla Paura”

STAGE DI PSICOGENEALOGIA

“LIBERI DALLA PAURA”

Via iniziatica da Jung a Jodorowsky

PADOVA 15 e 16 Gennaio 2011

“… per liberarsi da qualcosa bisogna capire prima cos’è. E’ paura o solo il desiderio di non vedere? E’ il desiderio di non vedere che porta avanti la paura; e quando non vuoi capire il pieno significato di ciò che è, la paura agisce da deterrente … Non è forse vero che la maggior parte di noi ha paura di guardarsi dentro? Potremmo scoprire cose spiacevoli, così preferiamo non guardare, preferiamo restare ignoranti su ciò che è … La paura è l’ignoranza di ciò che è, e la nostra vita trascorre in un costante stato di paura …” 

KRISHNAMURTI

Ma allora cos’è la paura?

Ciò che ci trattiene dal vivere le nostre vite nel modo più appagante e completo possibile risiede proprio nell’incapacità di accettare le nostre paure e di lavorare con loro, fino in fondo.

La paura racchiude in sé tutto ciò che più temiamo come l’umiliazione, la solitudine, la dipendenza, l’invasione, l’abuso, la privazione, l’abbandono, il rifiuto e tanto tanto altro.

La paura influenza molti aspetti della nostra vita, come mangiamo, come lavoriamo e parliamo, come amiamo e persino come respiriamo! Spesso, a livelli profondi, si cronicizza nel corpo provocando dolori fisici e patologie di ogni tipo , qualche volta incomprensibili a diagnostiche mediche.

Molti di noi siamo stati allevati in un’atmosfera di tensione, competizione o inadeguatezza, isolamento o vergogna, valutati per il successo sociale e/o lavorativo, per l’apparenza o la status sociale: sappiamo che spesso queste modalità sono frutto di trasmissioni psicogenealogiche, da madre a figlia, da nonno a nipote, da generazione a generazione … ripetizioni invisibili eppure fortissime che perpetuano le sofferenze.

Traumi come il rifiuto, la rabbia, la mancanza d’affetto, l’abuso, l’isolamento, il giudizio, la vergogna e l’impotenza ci portano a reprimere la nostra energia rinforzando sempre più il condizionamento di divenire ciò che altri vogliono, senza mai essere ascoltati ed accolti per ciò che realmente siamo!

Entreremo in contatto con le nostre paure, riconoscendole con gentilezza e consapevolezza e, con il tempo a noi necessario, ci toglieremo il falso e doloroso abito che ci hanno fatto indossare sin dalla nascita ( a volte ancor prima …), facendoci entrare in contatto con una nuova percezione di noi stessi .

Ci apriremo al nostro bambino interiore, accogliendolo con compassione e amore, gli ridoneremo fiducia in se stesso per ciò che riconosciamo in lui ora, liberandolo da antichi e dolorosi condizionamenti spesso invisibili ed incomprensibili …

Riconosceremo le radici delle nostre emozioni nell’Albero Psicogenealogico (ansia, paura, vergogna, ecc.) svelando le antiche ferite famigliari e potremo così liberare le nostre vite dagli schemi abituali di sofferenza, vergogna, isolamento.

La consapevolezza delle dinamiche del proprio Albero Psicogenealogico sarà il primo passo verso la guarigione e ci inviterà, con tutte le sue energie risvegliate, ad essere quello che veramente si è!

Accettare ciò che siamo ci permetterà di portare cambiamento al nostro modo di vedere la vita e, con coraggio ritrovato, vivere con piena consapevolezza la nostra natura divina, l’essere unico e splendente che siamo.

“Possiamo perdonare un bambino quando ha paura del buio.

La vera tragedia della vita è quando un uomo ha paura della luce”     Platone 

PROGRAMMA DEL SEMINARIO:

ORARI:

Sabato 15/01   ore 15.30-19.00

Domenica 16/01 ore 9.30-12.30/15.00-19.00

DOVE:

Associazione MADRETERRA, Padova

ARGOMENTI:

*Introduzione didattico-intuitiva allo studio della Psicogenealogia

*Come costruire l’Albero Psicogenealogico

*Elementi di ripetizione, blocchi e nodi nevrotici

*Ricerca ripetizioni costanti ( date, nomi, matrimoni, mestieri, malattie, aborti, incidenti, morti, ecc.)

*Osservazioni dei blocchi e soluzione

*Introduzione dell’atto psicomagico

*Spiegazione pratica con rappresentazione grafica e spaziale di Alberi Famigliari dei partecipanti ( Con estrazione a sorte)

*Lavoro personalizzato con ogni partecipante mirato al riconoscimento e allo scioglimento delle paure famigliari ereditate.

COSA PORTARE:

°Si consiglia di raccogliere il maggior numero di informazioni della propria famiglia, nomi, cognomi, date, nascite, matrimoni, divorzi, aborti, infortuni, morti … non solo una ricerca di tipo burocratica, ma anche una raccolta di notizie prettamente famigliari, es. “ la nonna che si chiamava Linda e che tutti chiamavano Maria …” ecc..

°Carta e penna

°La capacità di mettersi in gioco con curiosità e la volontà di portare guarigione a se stessi e a chi amiamo. Liberarsi dalle paure, spesso ereditate, con l’allegria e l’entusiasmo di chi sta iniziando un viaggio!

LETTURE CONSIGLIATE:

Anne Anceline Shutzenberger- La Sindrome degli Antenati- Renzo Ed.

Anne Anceline Shutzenberger – La Malattia chiamata Genitori- Renzo Ed

A. Jodorowsky- La Danza della Realtà- Feltrinelli Ed.

A. Jodorowsky- Psicomagia- Feltrinelli Ed.

A. Jodorowsky- Quando Teresa si arrabbiò con Dio- Feltrinelli Ed.

Krishnananda- Uscire dalla Paura- Univers. Econom. Feltrinelli

Krishnananda- A tu per tu con la Paura- Urra Ed.

ISCRIZIONI entro il 10 gennaio 2011. Il Seminario è a numero chiuso.

Per iscrizioni e ogni ulteriore informazioni inviate una mail a: info@madreterraitalia.it

link amici www.ilgiardinodeilibri.it 



Message Us on WhatsApp

Design byComunicazione Globale Padova